Verona medievale, una città di case-torri

Partiamo dall’Arco dei Gavi, un monumento romano oggi sistemato nella piazzetta in fianco a Castelvecchio XIV sec., ma che un tempo si trovava in mezzo alla strada ed era usato come porta della cinta comunale di cui si vedono poderosi resti nelle mura del castello, in cui si apre la Postierla del Morbio XII sec. Ed ecco che gli itinerari della Verona comunale si compenetrano in modo inestricabile con quelli di Verona scaligera, proprio perché la Signoria Scaligera nacque all’interno del Comune.


La fortezza scaligera

Accanto alla fortezza scaligera, costruita rapidamente a partire dal 1354, quando la Signoria era ormai irrimediabilmente in declino, si innesta lo splendido ponte a tre luci ornato di merli a coda di rondine. Oggi il castello dal poderoso mastio centrale, restaurato dall’architetto Carlo Scarpa, ospita un museo con sculture di scuola veronese del XIV e XV sec, armi, capolavori del gotico internazionale, del rinascimento, dei sec. XVII, XVIII…


Quartiere di San Zeno

Proseguendo lungo il fiume si raggiunge la chiesa di San Zeno XII sec., esempio dell’arte romanica molto ben conservato; all’interno si trovano il trittico di Andrea Mantegna e le porte bronzee.


Proseguendo verso Piazza Bra, nascosta tra le case di via Roma rimane la Torre di via Manin, rifacimento di una più antica torre dei tempi di Ezzelino da romano. Non lontano incontriamo la Torre Pentagona, a lato dei Portoni della Bra; oltrepassata la Bra, ricompaiono le mura di epoca scaligera che raggiungono il fiume Adige dove un tempo si trovava la Torre della Paglia.


Piazza Erbe, il cuore della Verona medievale

Il nostro itinerario prosegue alla volta del cuore della Verona medievale, Piazza Erbe, sul cui lato meridionale è situata la Domus Mercatorum XII sec. e di fronte la massiccia Torre comunale a fianco della più tarda e slanciata Torre dei Lamberti; nella vicina Piazza dei Signori si ergono il Palazzo dei Giudici, il Palazzo Comunale, il Palazzo dei Signori. Nelle vie e viuzze che da qui portano al fiume Adige incontriamo numerose case-torri, oggi moltro trasformate, ma ancora riconoscibili nella massiccia struttura; è il caso della cosiddetta Casa di Romeo.


Sempre in questa zona troviamo il palazzo fortezza di Ezzelino da Romano, oggi sede museale. Sulla riva sinistra del fiume sorgono due splendide chiese medievali : Santo Stefano, già cattedrale di Verona e San Giovanni in Valle.