Strada del riso nella bassa pianura veronese

La storia del riso inizia più di 10.000 anni fà lungo le pendici dell’Himalaya. In Italia, si dice, sia stato introdotto dagli arabi, alcuni dicono dagli aragonesi, altri dai veneziani attraverso l’Oriente. Nel veronese, il riso viene introdotto nel XV secolo. Con questa coltura  nascono grandi aziende agricole dove i proprietari terrieri trascorrono l’estate e parte dell’autunno, combinando lo svago e la pace della campagna alla supervisione dei lavori agricoli. Sulle proprietà vengono costruite splendide ville circondate da giardini e da un elevato numero di ettari di terreno.


L’Italia è oggi il maggior produttore di riso in Europa. I 215.000 ettari di risaie si trovano nelle provincie di Vercelli, Pavia, Novara, Milano, Alessandria, Ferrara, Oristano, Mantova e Verona. Nella “Bassa” pianura veronese vengono coltivati il Vialone Nano e il Carnaroli. Il Carnaroli, nasce nel 1945 dall’incrocio tra Vialone e Leoncino. Ha un chicco lungo e grosso, bassa collosità e alto contenuto di amilosio che garantisce elevata capacità di resistenza alla cottura.

Il Vialone Nano

Il Vialone Nano nasce nel 1937 dall’incrocio tra il Vialone e il Nano ha un chicco tondeggiante dall’alto contenuto di amilosio. E’ una delle migliori qualità per la sua spiccata versatilità in cucina. Nel 1996 il Vialone Nano ha ottenuto l’I.G.P. la sigla indicante che il prodotto, grazie ai metodi di coltivazione e lavorazione, offre garanzie di qualità.


Il riso è un cereale ed è quindi ricoperto da una buccia che deve essere tolta prima di renderlo commestibile. Nella riseria, con l’ausilio della pila avviene il processo di trasformazione del risone, cioè del cereale con la buccia, in riso.


Durante la visita guidata al territorio delle risaie c’è la possibilità di visitare una tra le diverse riserie dove, accanto alle moderne attrezzature per pilare il riso, sono ancora esistenti e in perfetta attività le attrezzature dell’inizio del XVII secolo. Il territorio delle risaie, ricco di acque delle risorgive, è luogo dove ogni anno nidificano svariati uccelli.


E’ un territorio lontano dal turismo di massa.



adobe_70