Il Rinascimento a Verona è l’itinerario che prende in considerazione il periodo storico e artistico che va dalla seconda metà del 1400 fino alla prima metà del 1500. È un periodo in cui Verona è governata dalla Repubblica di Venezia. La visita guidata inizia  all’interno della basilica di San Zeno dove è conservato il trittico di Andrea Mantegna, l’artista che porta il Rinascimento a Verona.

Lungo la Via Postumia

Palazzo CanossaUna breve passeggiata lungo il fiume Adige e ci portiamo verso Castelvecchio, all’inizio di Corso Cavour. Lungo questo asse stradale, l’antica Via Postumia, le famiglie della nobiltà veronese hanno costruito le loro splendide dimore. Il primo Palazzo che incontriamo è Palazzo Canossa

Trattasi di un edificio rinascimentale che però ha in sé già segni del manierismo quella corrente che si instaura tra il Rinascimento ed il Barocco.

Il Rinascimento veronese ci porta a Palazzo Bevilacqua del 1530, un edificio con facciata ricca di elementi che si collegano al mondo romano  precedentemente visti nel trittico di Mantegna.

Piazza Erbe e le case affrescate

Verona case Fratelli MazzantiUna volta raggiunta Piazza Erbe, ecco le Case dei fratelli Mazzanti affrescate intorno al 1540 da Alberto Cavalli, un allievo di Giulio Pippi detto Giulio Romano, architetto della famiglia Gonzaga nella vicina Mantova.

Nella vicina Piazza dei Signori abbiamo la Loggia del Consiglio un edificio costruito per il consiglio cittadino. La Loggia occupa un luogo dove in passato esisteva un antico edificio degli Scaligeri. La loggia è ricca di marmi locali. La parte in alto è affrescata con soggetti presi dalla storia antica.

Tanto che sulla sommità troviamo statue che rappresentano Vitruvio, Catullo, Plinio, Macro e Cornelio Nepote.

Gli edifici sacri

Sacrestia SM in OrganoLa visita di Verona rinascimentale prosegue verso il Duomo dove è conservata l’Assunzione di Tiziano Vecellio. E con gli interventi all’interno di Giovanni Maria Falconetto, artista formatosi a Roma.

Per chi ha a disposizione l’intera giornata a Verona, si prosegue verso la chiesa di Santa Maria in Organo con le tarsie lignee di Frà Giovanni, vero capolavoro dell’arte dell’intarsio.

Infine, l’itinerario ci porta alla chiesa di San Giorgio in Braida che sull’altare maggiore ospita Il martirio di San Giorgio di Paolo Caliari detto il Veronese .

Per ulteriori informazioni alla visita guidata Il Rinascimento a Verona:

info@guideverona.net   +39 3398875599